Il Corso è finalizzato alla formazione dei docenti relativamente agli interventi psicoeducativi di sostegno e supporto agli alunni con disturbo dello spettro autistico. L'ampio spettro di manifestazioni sintomatologiche degli alunni con D.S.A. e l'attenzione alla persona costituiscono il punto di partenza di un approccio condiviso al trattamento educativo dei soggetti con tale sindrome in una prospettiva inclusiva. Con tali finalità e partendo da queste premesse, il corso fornirà strumenti concettuali ed operativi, per affrontare la complessità delle tematiche inerenti all'autismo nei contesti scolastici.

La stampa 3D per promuovere inclusione

I campi di applicazione della stampante 3D sono innumerevoli ed in continua evoluzione: realizzazione fisica di concetti altrimenti solo teorici, sviluppo di un approccio laboratoriale alla ricerca e alla progettualità, approfondimento di materie scientifiche e artistiche. Inoltre le stampanti 3D favoriscono la realizzazione di progetti di inclusione di ragazzi con Bisogni Educativi Speciali, grazie alla capacità di alimentare creatività senza limiti e di indirizzare l’apprendimento in un’ottica operativa. Alla scuola e alla società non servono bravi tecnici di stampanti 3D, ma ragazzi abituati ad avere un approccio volto al problem solving. Questo può essere favorito dall'utilizzo della didattica laboratoriale, potenziata dall'uso delle nuove tecnologie, contribuendo anche a promuovere l’inclusione.

In tale prospettiva, il corso “La Stampa 3D per promuovere inclusione” si prefigge l’obiettivo di avvicinare i docenti di qualsiasi disciplina e ordine di studi all'utilizzo di questa nuova tecnologia proprio nell'ottica della didattica inclusiva. L’unità formativa propone un corso di livello base sull'uso della stampante 3D, con moduli di modellazione CAD, scansione 3d e un full immersion nella fabbricazione additiva, offrendo tutti gli step fondamentali per iniziare a produrre oggetti grazie ad un computer unito ad una stampante 3D.

Il  corso si propone di fornire ai docenti gli elementi per la progettazione di attività didattiche specifiche realizzate con l’utilizzo di un approccio di tipo tinkering (imparare facendo), che dà priorità alla creatività e alla collaborazione e che consente un apprendimento graduale basato sull'esperienza pratica, dando valore alla progettazione  interdisciplinare e inclusiva.